La SEC chiede un giudizio dopo il „no show“

Post in Bitcoin

La SEC chiede un giudizio dopo il „no show“ in un caso di frode da $9M Meta 1 Coin

La SEC chiede una sentenza in contumacia contro tre società e quattro individui per il loro ruolo in una ICO presumibilmente fraudolenta che ha fregato 9 milioni di dollari a 500 investitori.

La Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti ha richiesto una sentenza in contumacia contro tre società e quattro individui associati con la presunta frode della Meta 1 Coin, una moneta criptata in oro e in oro.

La SEC ha presentato la sua mozione del 18 novembre per una sentenza in contumacia dopo che gli imputati non si sono presentati per il loro caso, nonostante la corrispondenza Bitcoin System con il tribunale e la rappresentanza legale precedente. Gli imputati sono Meta 1 Coin Trust, Clear International Trust e Ironheart Trust, e gli individui Robert Dunlap, Nicole Bowdler, Wanda Traversie-Warner e Alfred Warner, Jr.

Sono accusati di aver frodato almeno 500 investitori in tutto il mondo su 9 milioni di dollari in cambio di gettoni criptati che Meta 1 Coin avrebbe rappresentato in modo fraudolento come sostenuti da 1 miliardo di dollari di beni artistici o 2 miliardi di dollari d’oro.

Secondo una causa intentata dalla SEC a marzo, non è mai esistita alcuna raccolta di opere d’arte, né di oro, né di valuta digitale, e i fondi degli investitori sono stati spesi per le spese personali.

„Gli imputati hanno attirato gli investitori con il fascino della criptovaluta, ma l’offerta di titoli non è altro che un veicolo per rubare il denaro degli investitori“.

Meta 1 avrebbe detto agli investitori che le monete acquistate attraverso la sua offerta di monete pre-iniziale avrebbero avuto un valore compreso tra 22,22 o 44,44 e 50.000 dollari ciascuno nell’arco di due anni.

La denuncia ha anche notato che Bowdler ha affermato di avere capacità psichiche nel tentativo di sollecitare potenziali investitori

La SEC chiede sanzioni civili, la sboccatura e un’ingiunzione permanente contro i quattro individui e tre aziende. Gli imputati di soccorso Pramana Capital Inc. e il proprietario Peter Shamoun non sono inclusi nella mozione e rimangono nel caso.

Pramana avrebbe ricevuto 1 milione di dollari in fondi per investimenti in Meta 1, con Shamoun accusato anche di aver usato 215.000 dollari per l’acquisto di una Ferrari.